lunedì, 15 Agosto 2022

L’australiana Fortescue progetta il primo impianto di produzione di elettrolizzatori su scala gigawatt

Il braccio di energia verde del gigante australiano del minerale di ferro Fortescue Metals Group sta cercando di sviluppare uno dei più grandi centri al mondo di produzione di elettrolizzatori e di idrogeno verde vicino all’epicentro dell’esportazione di gas naturale liquefatto di Gladstone, nel Queensland. 

Fortescue Future Industries (FFI) ha rivelato i piani durante il fine settimana per il suo proposto Global Green Energy Manufacturing Center (GEM), che produrrà turbine eoliche, cavi elettrici a lungo raggio, celle solari fotovoltaiche, elettrolizzatori e infrastrutture associate – e in questo percorso rivaleggerà con la Cina. 

La prima fase del progetto in sei fasi cercherà anche di stabilire la prima fabbrica di elettrolizzatori multigigawatt in Australia, con una capacità iniziale di 2 gigawatt. L’investimento iniziale nell’hub sarà fino a oltre 70 milioni di Euro, tuttavia, FFI ritiene che l’investimento totale potrebbe “essere fino o superiore a 1 miliardo di dollari australiani per elettrolizzatori e altre apparecchiature del settore verde, a seconda della domanda. “

Il presidente della società, il noto magnate Andrew Forrest molto interessato all’ idrogeno, ha recentemente rivelato che la società sta puntando a fornire 15 milioni di tonnellate di idrogeno verde entro il 2030. Fatte salve le approvazioni finali, FFI prevede che la costruzione del GEM inizi a febbraio prossimo anno, con la produzione del primo elettrolizzatore prevista per l’inizio del 2022.

Latest article