martedì, 9 Agosto 2022

La giapponese Jera investe in una società tedesca high-tech di idrogeno

Il colosso giapponese del commercio di GNL Jera investirà circa 15 milioni di euro nella società tedesca di tecnologia dell’idrogeno Hydrogenious LOHC attraverso la sua unità, Jera Americas.

Si tratta di un investimento congiunto con Temasek, Chevron Technology Ventures e Pavilion Capital, dove  Jera Americas sarà l’ investitore principale, ha affermato.

Hydrogenius ha dichiarato in una dichiarazione separata di aver raccolto in totale 50 milioni di euro (59 milioni di dollari) per aumentare la scala e per commercializzare la sua tecnologia.

L’azienda tedesca è specializzata nella tecnologia di stoccaggio e trasporto dell’idrogeno. La sua tecnologia Liquid Organic Hydrogen Carrier (LOHC) lega l’idrogeno a un liquido non tossico e non infiammabile, rendendolo adatto per un trasporto e una distribuzione sicuri ed efficienti, secondo l’azienda.

Inoltre, Hydrogenius sta costruendo il più grande impianto LOHC del mondo a Dormagen, in Germania, con messa in servizio prevista nel 2023.

Investendo nella società, Jera si sforzerà di acquisire conoscenza della tecnologia LOHC, un potenziale punto di svolta come vettore energetico dell’idrogeno, e sosterrà lo sviluppo di impianti LOHC in Europa, Nord America, Asia, ecc., contribuendo così a stabilire catene di approvvigionamento dell’idrogeno a livello globale“, ha affermato Jera.

Di recente Jera ha rivelato diversi sviluppi relativi all’idrogeno, inclusi i piani per fornire idrogeno a uno dei suoi impianti alimentati a GNL in Giappone come parte di un progetto pilota.

Latest article