martedì, 29 Novembre 2022

La capitale cinese pensa di avere in circolazione 10.000 veicoli a celle a combustibile entro il 2025

Pechino annuncia un piano ambizioso per sviluppare il carburante a basse emissioni di carbonio ed ambisce ad avere oltre 10.000 veicoli a celle a combustibile in strada e a costruire 74 stazioni di rifornimento di idrogeno entro il 2025

12 Aprile, 2021

La Redazione

La Cina è il più grande emettitore di gas serra al mondo, ma ora punta alla neutralità del carbonio entro il 2060. Sta guidando l’espansione globale delle energie rinnovabili, come l’energia solare ed eolica, e negli ultimi anni ha iniziato una pianificazione anticipata per avventurarsi nell’idrogeno.

Molte province e città si stanno affrettando a mappare i piani per l’idrogeno e chiedono sussidi statali per stimolare il settore.

La capitale prevede che il suo utilizzo di idrogeno per il trasporto su strada e la produzione di energia raggiungerà le 50 tonnellate al giorno entro il 2023 e le 135 tonnellate entro il 2025, secondo quanto riportato dal Beijing Daily, citando una bozza di piano del governo locale per il 2021-2025.

Parte della nuova flotta di veicoli a idrogeno anche commerciali sarebbe quella schierata per i Giochi Olimpici Invernali del 2022 che si svolgeranno a Pechino e vicino a Pechino, prima di essere ampliata alle autostrade nella regione di Pechino-Tianjin-Hebei per sostituire i camion pesanti alimentati a gasolio.

Tra il 2021 e il 2025, si prevede che circa 4.400 camion passeranno alle celle a combustibile, spostando 145.000 tonnellate di consumo di diesel all’anno, afferma il rapporto.

Alla fine del 2020, la Cina aveva meno di 10.000 camion e autobus alimentati a idrogeno, con un consumo annuo di 3.000 tonnellate, il secondo al mondo dopo gli Stati Uniti.

Il produttore di veicoli commerciali con sede a Pechino Beiqi Foton Motor ha dichiarato lo scorso settembre che spera di vendere 4.000 veicoli a idrogeno entro il 2023 e 15.000 di tali veicoli entro il 2025.

Pechino si rifornirà per parte della produzione di idrogeno dalla Yanshan Petrochemical Corp, di proprietà della raffineria statale Sinopec Corp, che vuole diventare il primo operatore cinese di idrogeno.

Latest article