giovedì, 1 Dicembre 2022

BP guarda all’ espansione dell’ idrogeno come modo per ‘reinventare’ il gas naturale

L’idrogeno ha il potere di “reinventare” il gas naturale e la BP sta cercando di prendere l’iniziativa nella transizione, ha detto un alto dirigente della società.

Il team di economia energetica di BP e l’Agenzia internazionale per l’energia (IEA) prevedono un ruolo importante per l’idrogeno nella transizione dai combustibili fossili alle energie alternative. Il vicepresidente esecutivo di BP Dev Sanyal, che sovrintende a Gas & Low Carbon Energy, ha discusso la visione del la società dell’energia durante gli Hydrogen Energy Dialogues virtuali, sponsorizzati da Energy Dialogues LLC in collaborazione con la Natural Gas Initiative della Stanford University.

L’IEA ha stimato che l’uso dell’idrogeno potrebbe espandersi a circa 210 milioni di tonnellate metriche/giorno (mmty) entro la fine di questo decennio da 90 mmty nel 2020.

L’analisi della stessa BP mostra che l’idrogeno potrebbe avere una quota superiore al 15% nel consumo energetico globale totale entro il 2050“, ha affermato Sanyal. “Quindi, da qualunque parte la si guardi, l’idrogeno ha un ruolo importante da svolgere“.

Anche l’elettrificazione dovrebbe aumentare nei prossimi decenni.

Mentre ciò avviene, l’idrogeno può offrire un ruolo affidabile fornendo energia ad attività che sono difficili o costose da elettrificare“, ha affermato Sanyal. I processi ad alta temperatura possono essere costosi nell’industria e nei trasporti a lunga distanza, comprese le flotte pesanti.

In parole povere, l’idrogeno ha un ruolo chiave da svolgere nella decarbonizzazione delle industrie pesanti difficili da abbattere altrimenti e ad alta intensità energetica“.

Per BP l’idrogeno blu e verde sono complementari. L’idrogeno blu viene prodotto utilizzando gas naturale, con le emissioni di carbonio sequestrate. L’idrogeno verde viene prodotto solo utilizzando fonti rinnovabili.

È importante sottolineare che la produzione di idrogeno blu aiuta le forniture globali di idrogeno a crescere in modo relativamente rapido“, ha affermato Sanyal, “senza fare troppo affidamento sulle energie rinnovabili, che hanno bisogno di tempo per ottenere una quota significativa del mix energetico complessivo“.

BP, ha detto, “È nella posizione ideale per aiutare ad aumentare l’idrogeno“.

Il CEO Bernard Looney ha abbracciato pubblicamente l’espansione di BP nell’idrogeno. I combustibili fossili non stanno scomparendo, ma le opportunità senza carbonio sono “fuori scala“, ha detto lo scorso autunno. L’idrogeno “è sicuramente un gas combustibile del futuro. Non ci sono dubbi al riguardo“.

Tuttavia, Looney ha detto che l’idrogeno è un gioco lungo. “Non è qualcosa che accadrà da un giorno all’altro in termini di parte materiale del portafoglio di BP… Siamo oltre il 2030“.

Durante la CERAWeek di marzo, David Eyton di BP, vicepresidente esecutivo per l’innovazione e l’ingegneria, ha detto al pubblico che la società energetica stava cercando una grossa fetta del mercato dell’idrogeno.

Non ho dubbi che abbiamo bisogno dell’idrogeno come vettore energetico e sicuramente la mia azienda mira a conquistare una quota di mercato di circa il 10% entro il 2030 nei nostri mercati principali“.

Sanyal ha affermato che l’espansione dell’idrogeno di BP riguarderà i mercati di Australia, Germania, Paesi Bassi, Regno Unito e Stati Uniti.

L’anno scorso BP ha anche firmato una lettera di intenti con Ørsted per sviluppare idrogeno verde alimentato dall’eolico offshore nella sua raffineria di Lingen in Germania. All’inizio di quest’anno il produttore ha annunciato l’intenzione di sviluppare il più grande impianto di idrogeno blu del Regno Unito, H2 Teesside, che punta a 1 GW di produzione entro il 2030.

H2 Teesside sarebbe “il più grande progetto di idrogeno del Regno Unito, che mira a raggiungere il 20% dell’obiettivo di produzione di idrogeno del Regno Unito entro il 2030“, ha affermato Sanyal. “H2 Teesside sosterrebbe anche lo sviluppo della regione come primo hub di trasporto dell’idrogeno del Regno Unito con idrogeno verde”.

BP ha acquisito esperienza nell’ingegneria, nella costruzione e nella gestione di alcuni dei “progetti energetici commerciali più ambiziosi del mondo“, il che “significa anche che siamo la persona giusta per aumentare l’idrogeno“.

C’è ancora un “enorme ruolo per le compagnie petrolifere e del gas per costruire mercati dell’idrogeno“, ha affermato il dirigente della BP. “Molti degli usi dell’idrogeno pulito”, che includerebbe un’ampia gamma di carburanti per il trasporto, “sono già aree in cui lavoriamo con i clienti. E ogni cliente con cui possiamo lavorare per passare a un carburante più pulito è un passo verso gli obiettivi di zero netto di BP e gli obiettivi di zero netto del mondo”.

Latest article