sabato, 19 Giugno 2021

AqualisBraemar LOC entra nel progetto del traghetto alimentato a idrogeno

La società di consulenza dei settori energetico e marino con sede a Londra – AqualisBraemar LOC – collabora alla progettazione del primo traghetto a idrogeno in Europa, parte del progetto HYSEAS III.

La compagnia di traghetti scozzese Caledonian Maritime Assets (CMAL), uno dei partner del programma HySeas III finanziato dall’UE, ha assegnato il contratto commerciale ad AqualisBraemar LOC.

Dopo HYSEAS I e HYSEAS II, HYSEAS III vuole costruire sulle prime due fasi dimostrando che le celle a combustibile a idrogeno possono essere integrate con successo con un sistema di azionamento elettrico ibrido marino, insieme alle disposizioni associate di stoccaggio e bunkeraggio dell’idrogeno.

Il consorzio HYSEAS III comprende CMAL (Scozia), Kongsberg (Norvegia), Ballard (Danimarca), Orkney Isles Council (Scozia), St Andrew University (Scozia), McPhy (Francia), Arcsilea (Inghilterra) e Interferry (Svezia).

AqualisBraemar LOC sta per progettare un traghetto passeggeri e per auto a doppia estremità in grado di utilizzare la trasmissione a idrogeno e quindi di funzionare completamente senza emissioni.

Il traghetto sarà progettato in base ai requisiti di Shapinsay nelle Orcadi, dove il carburante a idrogeno viene generato attraverso l’energia eolica.

Le operazioni LOC di AqualisBraemar ad Aberdeen lavoreranno con CMAL, per garantire una sostenibilità ottimale nella progettazione complessiva della nave.

Il gruppo attingerà anche alla sua consociata, l’esperienza di Longitude Engineering nella progettazione, aggiornamento e conversione delle navi, per supportare il progetto HYSEAS III.

Graham Dallas, business development manager per AqualisBraemar LOC in Europa, ha dichiarato: “AqualisBraemar LOC comprende l’importante ruolo che l’industria marittima deve svolgere nella lotta globale per il cambiamento climatico. Mentre affrontare le emissioni marine è una responsabilità globale, siamo anche orgogliosi di supportare CMAL, nel suo ruolo come parte di un consorzio guidato dalla Scozia, nella costruzione di competenze leader a livello mondiale nei sistemi di alimentazione pulita alternativi, che sfrutta le fonti rinnovabili marine locali. “

John Salton, responsabile della flotta e direttore dei progetti di CMAL, ha dichiarato: “L’aggiudicazione del contratto rappresenta un significativo passo avanti nella creazione di un nuovo concetto di nave innovativo e segna un importante passaggio verso un trasporto marittimo completamente privo di emissioni. Esistono traghetti a idrogeno, ma questo concetto si basa sull’utilizzo di celle a combustibile a idrogeno per alimentare una nave marittima, la prima nel Regno Unito e in Europa. In caso di successo, il prossimo passo sarà portare le conoscenze e il know-how nella costruzione di un traghetto”.

Latest article