venerdì, 19 Agosto 2022

TotalEnergies lavora sulle navi ad ammoniaca insieme a partner

La major francese dell’oil&gas  TotalEnergies sta ulteriormente sviluppando le ricerche sulla fattibilità dell’ammoniaca come combustibile marino alternativo, attraverso la sua partecipazione a una serie di iniziative del settore.

Nel suo ultimo sforzo, TotalEnergies ha stipulato un memorandum d’intesa (MoU) con 22 aziende di settori diversi per avviare uno studio congiunto sull’ammoniaca come combustibile marino alternativo, ha affermato l’azienda venerdì.

Queste industrie includono energia, estrazione di minerali, società di servizi energetici, chimica, terminal, spedizione, costruzione navale, produzione, bunkeraggio e società di classificazione.

Gli altri firmatari, tra gli altri, includono Itochu, Anglo American, Equinor, Jera, K-Line, Man Energy Solutions, Pavilion Energy, Trafugura, Uniper e Vopak.

Questo studio congiunto affronterà le sfide comuni intersettoriali che devono essere superate affinché l’ammoniaca possa contribuire alla decarbonizzazione del settore marittimo, ha affermato TotalEnergies.

Le sfide includono la valutazione della sicurezza di una nave alimentata con ammoniaca e il bunkeraggio dell’ammoniaca, le specifiche del carburante ammoniaca e le emissioni nette di carbonio generate  dalla produzione di ammoniaca.

L’ammoniaca come combustibile alternativo è  “promettente” per le grandi navi e la navigazione d’altura, essendo una molecola priva di carbonio. Potrebbe ridurre “significativamente” le emissioni di gas serra dal settore marittimo.

In particolare, l’ammoniaca verde – prodotta dall’idrogeno verde utilizzando elettricità, acqua e aria rinnovabili – potrebbe svolgere un ruolo importante nel consentire all’industria di raggiungere gli obiettivi di riduzione delle emissioni di carbonio dell’Organizzazione marittima internazionale (IMO) proposti entro il 2050, ha affermato TotalEnergies.

L’azienda ha inoltre recentemente avviato un progetto congiunto con altri leader dell’industria marittima, attraverso il Mærsk Mc-Kinney Møller Center for Zero Carbon Shipping, per valutare il potenziale tecnico, finanziario e ambientale della conversione delle navi esistenti in future soluzioni di carburante e tecnologia, come l’ammoniaca.

Inoltre, dal 2019, l’appartenenza di TotalEnergies all’Ammonia Energy Association – un’associazione industriale globale che promuove l’uso responsabile dell’ammoniaca in un’economia energetica sostenibile – ha permesso all’azienda di approfondire la sua ricerca sull’ammoniaca all’interno del suo portafoglio di tecnologie energetiche pulite, disse.

Nel luglio 2020, TotalEnergies ha anche creato una Business Unit Clean Hydrogen, dando forma all’ambizione dell’azienda di diventare un “leader nella produzione di massa di idrogeno pulito, il primo elemento costitutivo dell’ammoniaca verde“.

Latest article