sabato, 26 Novembre 2022

Siemens inaugura la costruzione di un impianto di idrogeno in Germania

La cerimonia ufficiale di inaugurazione a Wunsiedel ha segnato l’inizio della costruzione di un impianto di generazione di idrogeno con una capacità di 8,75 MW. L’impianto produrrà fino a 1.350 t di idrogeno all’anno utilizzando solo energia rinnovabile, solare o eolica. L’utilizzo dell’idrogeno generato nei trasporti e nell’industria consente risparmi di CO2 fino a 13.500 all’anno.

Siemens Smart Infrastructure è l’appaltatore generale per l’intero impianto, con Siemens Financial Services (SFS) che partecipa al finanziamento azionario e detiene una quota del 45 percento nella società operativa WUN H2 GmbH. L’elettrolizzatore sarà fornito da Siemens Energy. Alla presenza del Dr. Markus Söder, ministro-presidente della Baviera, Hubert Aiwanger, ministro bavarese dell’economia, dello sviluppo regionale e dell’energia, Thorsten Glauber, ministro bavarese dell’ambiente e della protezione dei consumatori, professor Dr. Ralf P. Thomas, capo Responsabile finanziario di Siemens, Dr. Philipp Matthes e Dr. Thilo Rießner, amministratori delegati di WUN H2, Nicolas Lahovnik, sindaco di Wunsiedel, Marco Krasser, amministratore delegato di SWW Wunsiedel, e Andreas Schmuderer, Project Manager Siemens, la cerimonia inaugurale ha segnato il inizio della costruzione di questo progetto faro.

Secondo una recente analisi dell’OCSE, si stima che la domanda globale di energia aumenterà dell’80% entro il 2050. Soddisfare questa domanda mentre si affrontano le sfide del cambiamento climatico richiederà massicci investimenti nella generazione di energia pulita, nella distribuzione di energia e nella digitalizzazione. A tal fine, tutti i settori che consumano energia, compresi i trasporti e l’industria, devono portare avanti i loro sforzi di decarbonizzazione.

L’impianto sarà costruito a Wunsiedel Energy Park e collegato all’attuale impianto di stoccaggio a batteria Siemens e alle imprese industriali adiacenti. Questi possono utilizzare il calore disperso o l’ossigeno scisso durante l’elettrolisi. Questa infrastruttura connessa servirà da modello per l’intera Germania.

Convertire il nostro approvvigionamento energetico verso nuove fonti energetiche climaticamente neutre è uno dei principali obiettivi della transizione energetica. L’idrogeno svolge un ruolo chiave in questo”, ha affermato il professor Ralf P. Thomas, CFO di Siemens, durante la cerimonia inaugurale. “A questo proposito, Wunsiedel, con il suo sistema energetico distribuito esistente e l’uso della tecnologia digitale, è un progetto faro per un futuro energetico sostenibile“.

Per il progetto a Wunsiedel, SFS, il braccio finanziario di Siemens, è responsabile dello sviluppo del progetto commerciale e della strutturazione del finanziamento. SFS detiene una quota del 45% nella società operativa del progetto WUN H2; Anche Rießner Gase GmbH detiene il 45 percento e Stadtwerke Wunsiedel (SWW) il restante 10 percento. Allo stesso tempo, SFS è stata in grado di implementare il finanziamento del progetto non recourse, ovvero senza contro-responsabilità nei confronti degli azionisti, con UmweltBank come prestatore esterno per garantire il finanziamento del progetto. “WUN H2 è un progetto pilota per la Germania che dimostrerà nella pratica una tecnologia innovativa e alla fine dimostrerà la fattibilità della produzione industriale di idrogeno verde. Il nostro concetto è scalabile e può essere facilmente trasferito in altre località. Se ogni città avesse il proprio impianto H2, la transizione energetica sarebbe già molto più avanti“, ha affermato il dott. Philipp Matthes, amministratore delegato di WUN H2 GmbH.

L’idrogeno verrà consegnato tramite rimorchi per autocarri a clienti finali locali e regionali per la distribuzione locale, principalmente nelle regioni dell’Alta Franconia, dell’Alto Palatinato, della Turingia e della Sassonia, nonché nella Boemia occidentale (Repubblica Ceca). L’impianto aiuta anche ad alleviare i colli di bottiglia della rete e fornisce flessibilità alla rete elettrica. L’opzione di costruire una stazione di rifornimento di idrogeno pubblica per camion e autobus nella stessa postazione consentirà di creare un’offerta per il trasporto di merci pesanti senza emissioni di carbonio e il trasporto pubblico regionale.

Grazie al nostro concetto di “Wunsiedler Weg”, siamo nella posizione ideale per raggiungere la neutralità climatica. La tecnologia dell’idrogeno posizionerà Wunsiedel come una città modello per il futuro energetico ben oltre la regione, e in effetti oltre la Baviera“, ha affermato il sindaco di Wunsiedel Nicolas Lahovnik. “Questo ci consente di creare forme nuove e sostenibili di utilizzo dell’energia per i nostri residenti”.

Il nuovo impianto di produzione di idrogeno dovrebbe entrare in funzione nell’estate del 2022.

Latest article