giovedì, 1 Dicembre 2022

Polaris: Horisont Energi ed Equinor si alleano per un progetto idrogeno e CCS

La società norvegese di tecnologia del carbonio Horisont Energi ed Equinor ha stipulato un accordo per Polaris, il progetto di trasporto e stoccaggio del carbonio al largo delle coste della Norvegia settentrionale. 

Il CCS cattura le emissioni dalle centrali elettriche, da altre fonti industriali o direttamente dai processi industriali – p.e. la produzione di idrogeno blu dal gas naturale. La CO2 viene quindi liquefatta e trasportata in mare aperto, dove viene pompata nello stoccaggio sotterraneo. 

Sia il Gruppo intergovernativo sui cambiamenti climatici (IPCC) che l’Agenzia internazionale per l’energia (IEA) affermano che sarà più difficile e più costoso raggiungere l’obiettivo dell’accordo di Parigi senza CCS. Anche la tecnologia per CCS sarà fondamentale per ottenere soluzioni a emissioni di carbonio negative. 

Il progetto Polaris avrà una capacità totale di stoccaggio del carbonio superiore a 100 mln t, che equivale al doppio delle emissioni annue dei gas serra della Norvegia. Il serbatoio di stoccaggio dell’anidride carbonica offshore è una parte cruciale del progetto Barents Blue, che sarà il primo impianto di produzione di ammoniaca a emissioni zero su scala mondiale in Europa.

Barents Blue avrà una capacità produttiva di 3000 t/g di ammoniaca. Nella sua prima fase, l’impianto convertirà il gas naturale della regione di Barents meridionale in ammoniaca blu a emissioni zero, un vettore di idrogeno facilmente trasportabile, che può essere riconvertito in idrogeno a destinazione o utilizzato direttamente. 

Il progetto è attualmente al termine della fase di fattibilità e presto entrerà nella fase di sviluppo. Una decisione finale per lì investimento per Polaris e il progetto Barents Blue è prevista verso la fine del 2022

Equinor ha finora catturato e immagazzinato 26 milioni di t di CO2 nei campi di Sleipner e Snøhvit. L’azienda è anche partner del progetto di trasporto e stoccaggio di CO2 dell’aurora boreale, di cui fa parte lo stoccaggio di CO2 di Aurora al largo della costa occidentale della Norvegia. Il progetto Polaris, se sviluppato, migliorerà ulteriormente la posizione di trasporto e stoccaggio del carbonio in Norvegia. 

Nel dicembre 2020 Horisont Energi ha stipulato un protocollo d’intesa con Equinor per studi di fattibilità congiunti per il progetto Barents Blue. Nella prima fase del progetto, Polaris immagazzinerà 2 mln di t / a di CO2 dalla produzione di ammoniaca di Barents Blue.

Latest article