giovedì, 18 Agosto 2022

MHI, Shell e altri si alleano per la nuova rete di idrogeno di Amburgo

I principali attori del settore, tra i quali Mitsubishi Heavy Industries, Shell, ArcelorMittal e Airbus, hanno unito le forze per sviluppare la rete di idrogeno di Amburgo, per promuovere l’uso dell’idrogeno e ridurre le emissioni.

La Hamburg Hydrogen Network (Wasserstoffverbund Hamburg) è formata da Airbus, ArcelorMittal, Gasnetz Hamburg, GreenPlug, Hamburger Hafen und Logistik, Hamburg Port Authority, HADAG Seetouristik und Fährdienst e Stadtreinigung Hamburg, insieme alle società dietro l’Hamburg Green Hydrogen Hub – Shell, Vattenfall, Mitsubishi Heavy Industries e Wärme Hamburg.

La rete è stata lanciata il 26 aprile e ha presentato una domanda al programma di finanziamento dell’UE per i progetti importanti di interesse comune europeo (IPCEI).

Questa rete è stata creata per contribuire a una significativa riduzione delle emissioni con progetti che collegano la produzione, la distribuzione e l’utilizzo dell’idrogeno in una vasta gamma di applicazioni.

A partire dal 2026, i progetti dei partner della rete prevedono di ridurre le emissioni di CO2 ad Amburgo di 170.000 tonnellate all’anno. Ha il potenziale per ridurre gli attuali 16 milioni di tonnellate di emissioni di CO2 di Amburgo di oltre un milione di tonnellate all’anno entro il 2030.

L’idrogeno verde prodotto dallo Hamburg Green Hydrogen Hub sostituirebbe principalmente i combustibili fossili nella produzione industriale, nonché nel settore dei trasporti e della logistica.

Si prevede di convertire una centrale a carbone ad Amburgo-Moorburg in un impianto di elettrolisi scalabile da 100 megawatt per la produzione di idrogeno verde da energia rinnovabile.

Il porto di Amburgo offre un vantaggio unico specifico per località nella creazione di un’economia dell’idrogeno praticabile.

Lo Hamburg Green Hydrogen Hub, uno dei componenti di questo progetto, dove i soci sono Shell, Mitsubishi Heavy Industries (MHI), Vattenfall e la società municipale Wärme Hamburg, sta progettando di produrre idrogeno da energia eolica e solare presso il sito della centrale elettrica di Amburgo-Moorburg.

La creazione di un impianto di elettrolisi per la produzione di idrogeno verde sul sito di una centrale elettrica a carbone dismessa è un ottimo esempio di come la trasformazione dei siti di produzione di combustibili fossili possa essere realizzata in altre località in Europa“, concordano  Fabian Ziegler ( CEO Shell Deutschland), Oliver Weinmann (Geschäftsführer Vattenfall Innovation GmbH), Kentaro Hosomi (chief regional officer EMEA Mitsubishi Heavy Industries) e Christian Heine (CEO Wärme Hamburg).

Latest article