venerdì, 2 Dicembre 2022

Mercedes userà l’acciaio ‘verde’ già a partire dal 2025

La casa automobilistica Mercedes-Benz ha annunciato questa settimana di aver acquisito una partecipazione azionaria nella start-up svedese H2 Green Steel ed inizierà a utilizzare l’acciaio verde nella costruzione dei suoi “vari modelli di veicoli già nel 2025”.

H2 Green Steel (H2GS) – della quale abbiamo già parlato qualche giorno fa – è stata fondata nel 2020 da un gruppo di partner e investitori tra cui la società di investimento svedese Vargas Holding, fondatore e maggiore azionista di H2GS e che è anche il co-fondatore e uno dei maggiori azionisti dello sviluppatore di batterie svedese e produttore Northvolt.

Progettato per portare la produzione di acciaio a emissioni zero in Europa, H2 Green Steel sarà un impianto siderurgico greenfield completamente integrato, digitalizzato e automatizzato e dovrebbe iniziare la produzione nel 2024. Entro il 2030, H2 Green Steel prevede di vantare una capacità produttiva annuale di cinque milioni di tonnellate di acciaio di alta qualità.

Non sorprende, quindi, che Mercedes-Benz, uno dei produttori di veicoli più riconoscibili al mondo, abbia investito in H2GS come mezzo per introdurre l’acciaio senza CO2 nella produzione in serie dei suoi veicoli.

Mercedes-Benz ha annunciato questa settimana che, insieme ai suoi fornitori di acciaio, sta riorganizzando l’intera catena di fornitura per concentrarsi sulla prevenzione e sulla riduzione delle emissioni di CO2, piuttosto che fare affidamento semplicemente sulla compensazione delle emissioni di CO2.

L’investimento e la partnership con HSGS è un passo in questa riorganizzazione, nonché un altro passo verso l’obiettivo di Mercedes-Benz di raggiungere la neutralità del carbonio entro il 2039.

Con una partecipazione in H2 Green Steel, Mercedes-Benz sta inviando un segnale importante per accelerare il cambiamento nell’industria siderurgica e aumentare la disponibilità di acciaio privo di carbonio“, ha affermato Markus Schäfer, membro del consiglio di amministrazione di Daimler AG e Mercedes-Benz AG; Come primo passo, stiamo investendo un milione di cifre a una cifra. In qualità di partner privilegiato della start-up, lanceremo l’acciaio verde in vari modelli di veicoli già nel 2025 “.

Ad esempio, secondo Mercedes-Benz, una delle sue berline è costruita con circa il 50% di acciaio, che a sua volta rappresenta circa il 30% delle emissioni di CO2 nella produzione del veicolo.

Passando all’acciaio verde e senza emissioni, le case automobilistiche hanno l’opportunità di ridurre drasticamente le emissioni di gas serra nelle loro linee di produzione.

I numeri pubblicati da Mercedes-Benz affermano che la produzione di acciaio tradizionale utilizzando un altoforno classico emette una media di oltre due tonnellate di CO2 per tonnellata di acciaio.

Pertanto, non solo Mercedes-Benz garantisce che il proprio valore e la catena di fornitura riducano le emissioni, ma il suo investimento incentiverà altri produttori di acciaio a iniziare a produrre acciaio verde, riducendo così ulteriormente le emissioni complessive.

H2GS utilizzerà fonti di energia rinnovabile e idrogeno invece del carbone da coke nella produzione di acciaio, con l’idrogeno che funge da gas di riduzione, che rilascia e lega l’ossigeno dal minerale di ferro e, invece di produrre CO2 come risultato, produrrà acqua.

Mercedes-Benz non è la prima casa automobilistica europea ad annunciare piani per l’acciaio verde, dopo che il gigante automobilistico svedese Volvo Group ha annunciato ad aprile i propri piani per iniziare a utilizzare l’acciaio verde.

Latest article