giovedì, 18 Agosto 2022

L’idrogeno prodotto utilizzando le rinnovabili potrà viaggiare attraverso i gasdotti esistenti, afferma l’amministratore delegato di Snam

Faremo produrre idrogeno in Nord Africa, nel Mare del Nord, con risorse solari ed eoliche”, disse in una recente intervista alla CNBC statunitense Marco Alverà, amministratore delegato di Snam. “E quell’idrogeno può viaggiare attraverso gasdotti esistenti“.

Ma “Anche se c’è entusiasmo per il ruolo potenziale che l’idrogeno potrebbe svolgere in futuro, presenta ancora delle sfide”.

Ospite a “Squawk Box Europe” della CNBC, Marco Alverà ha parlato di come gli attuali sistemi verrebbero utilizzati per facilitare la consegna di idrogeno prodotto utilizzando fonti rinnovabili e biocarburanti.

In questo momento, se accendi il riscaldamento in Italia, il gas scorre dalla Russia, dalla Siberia, nei gasdotti“, ha detto.

Domani avremo idrogeno prodotto in Nord Africa, nel Mare del Nord, con risorse solari ed eoliche”, ha detto Alverà. “E quell’idrogeno può viaggiare attraverso il sistema esistente di gasdotti“.

Alverà ha affermato che Snam ha testato diverse percentuali di miscelazione, incluso fino al 100% di idrogeno, nei tubi esistenti e ha funzionato.

Quindi questa è una transizione energetica che utilizza l’infrastruttura che abbiamo“, ha affermato. “E la buona notizia è che questa nuova energia rinnovabile costerà meno dell’energia da combustibili fossili esistente, che è [una] vera svolta“.

Descritto dalla IEA – Agenzia internazionale per l’energia come un “vettore energetico versatile”, l’idrogeno ha una vasta gamma di applicazioni e può essere impiegato in settori come l’industria e i trasporti.

Latest article