giovedì, 1 Dicembre 2022

L’Australia esplora il potenziale di esportare l’idrogeno in Giappone

La società australiana Stanwell Corporation collabora con il fornitore giapponese di idrogeno Iwatani Corporation per uno studio che valuta la capacità dell’Australia di esportare idrogeno in Giappone e aiutare il paese asiatico a soddisfare la crescita prevista della domanda.

Lo studio di fattibilità da 10,4 milioni di dollari australiani (7,5 milioni di dollari statunitensi) lanciato dalle due società ha ottenuto 2,17 milioni di dollari australiani (1,57 milioni di dollari statunitensi) dall’Agenzia australiana per le energie rinnovabili.

Altri ‘grandi nomi’ che stanno fornendo supporto finanziario per lo studio includono: Kansai Electric Power Corporation, Marubeni Corporation, Kawasaki Heavy Industries, APA Group e il Ministero dell’Economia, del Commercio e dell’Industria giapponese.

Lo studio è stato condotto a Gladstone, nel Queensland, per esplorare il potenziale dello sviluppo di un elettrolizzatore che produrrà 36.500 tonnellate di idrogeno verde all’anno e il suo potenziale per rifornire il Giappone entro il 2026.

Stanwell e Iwatani prevedono di espandere la capacità dell’impianto a 328.500 tonnellate all’anno entro il 2031 e di trasportare l’idrogeno in forma liquida utilizzando navi da trasporto.

Oggi, la diffusione globale dell’idrogeno è limitata dalla mancanza di infrastrutture di produzione, stoccaggio e trasporto e dall’alto costo associato allo sviluppo di elettrolizzatori.

Tuttavia, l’Australia ha il potenziale per affrontare questo problema con le sue infrastrutture esistenti e l’esperienza nel segmento dell’idrogeno. L’Australia è vicina ai principali mercati emergenti dell’importazione di idrogeno in Asia con consolidate relazioni commerciali. Inoltre, dispone di un’abbondanza di risorse energetiche rinnovabili che possono essere utilizzate per la produzione di idrogeno verde.

Dal rilascio della Strategia nazionale per l’idrogeno australiano da parte del Consiglio per l’energia del governo australiano (COAG) nel novembre 2019, il governo australiano ha promosso collaborazioni internazionali, intraprendendo il coordinamento nazionale e sostenendo progetti industriali prioritari per far crescere un ambiente pulito, innovativo, sicuro e competitivo industria dell’idrogeno.

Nel gennaio 2020, i governi australiano e giapponese hanno firmato una dichiarazione congiunta per la cooperazione nel settore dell’idrogeno e le celle a combustibile. Nel giugno di quest’anno, i governi hanno anche annunciato la Japan-Australia Partnership on Decarbonisation through Technology, riconoscendo la loro comune ambizione di accelerare lo sviluppo e la commercializzazione di tecnologie a basse e zero emissioni.

Il CEO di ARENA, Darren Miller, ha dichiarato: “Lo studio di Stanwell rappresenta un’opportunità significativa per accelerare lo sviluppo delle opportunità di esportazione dell’idrogeno rinnovabile in Australia e per lavorare con un consorzio giapponese altamente credibile, che ha il potenziale per realizzare un progetto di esportazione su larga scala“.

Latest article