martedì, 9 Agosto 2022

ISOLFIN porta l’idrogeno nei suoi cantieri insieme a H2-Industries

Febbraio 2021

ISOLFIN

ISOLFIN, azienda leader nel settore dei servizi per i principali gruppi di petrolchimica, costruzione navale ed energia, annuncia un accordo di collaborazione tecnologica con H2-Industries, azienda tedesco-americana specializzata in soluzioni sostenibili di estrazione e stoccaggio dell’idrogeno.

 L’obiettivo di ISOLFIN è trasferire l’innovativa tecnologia di H2-Industries ai suoi clienti nei cantieri dove opera in Italia e nelle sue filiali estere e costruire impianti di distribuzione e stoccaggio dell’idrogeno.

La tecnologia della quale H2-Industries è un leader mondiale consente di produrre idrogeno a partire da qualsiasi fonte rinnovabile di elettricità, rifiuti organici e dalla plastica non riciclabile, e di immagazzinarlo chimicamente all’interno di una soluzione simile all’olio chiamata LOHC (Liquid Organic Hydrogen Carriers) che viene poi riversata in apposite taniche adatte allo stoccaggio e al trasporto. Nel sito di utilizzo, il liquido viene convertito in energia elettrica.

 I vantaggi di questa tecnologia sono molteplici. LOHC è una soluzione stabile e non pone rischi di sicurezza perché può essere trasportata a pressione e temperatura ambiente – contrariamente all’idrogeno puro, altamente infiammabile ed esplosivo e che deve essere sigillato in contenitori ad alta pressione o bassa temperatura (una perdita può causare un’esplosione, come accaduto alla stazione di ricarica di Sandvika in Norvegia nel 2019). Inoltre, LOHC ha un’alta resa di immagazzinamento: 1m3 di LOHC può contenere 57 kg di idrogeno. La tecnologia di H2-Industries permette anche di riutilizzare rifiuti organici e plastiche di scarto e di convertirli in idrogeno immagazzinato in LOHC e con relativa cattura della CO2 prodotta, un procedimento a zero impatto ambientale.

 L’amministratore delegato di ISOLFIN, Marco Nori, ha commentato: “Questo accordo è di  grande importanza per le operazioni di ISOLFIN che da anni è impegnata nello sviluppo dell’idrogeno nei suoi cantieri. I nostri clienti, i nostri partner e i nostri committenti sanno che ora lavorando con ISOLFIN l’idrogeno è una soluzione disponibile da subito, una soluzione efficiente, economica e di grande sostenibilità ambientale, un fattore particolarmente sentito da ISOLFIN che lavora per la transizione energetica.”

 Il CEO e fondatore di H2-Industries, Michael Stusch, ha commentato: “Siamo molto soddisfatti perché l’accordo con ISOLFIN è una soluzione che permette alla nostra tecnologia di raggiungere immediatamente i cantieri e di essere impiegata senza ritardi. L’ambiente non può permettersi ritardi. Dobbiamo stabilire la produzione di idrogeno verde su solare ed eolico, nonché da plastica non riciclabile e qualsiasi altro rifiuto organico il prima possibile. La nostra tecnologia di stoccaggio LOHC renderà l’idrogeno trasportabile e immagazzinabile a lungo e tutto questo a costi contenuti.”

ISOLFIN®

ISOLFIN è una holding industriale che opera nel settore petrolchimico, energetico e navale. Fondata a Genova nel 1961, è da allora un punto di riferimento per i principali gruppi italiani e del mondo. Fornisce una gestione a 360° con servizi di progettazione ingegneristica, logistica e costruzione degli impianti nei suoi cantieri in Italia e nel mondo. Il core business è nei servizi di isolamento, rimozione amianto, sanitizzazione, gestione degli accessi, sabbiatura, pittura, trattamenti anticorrosivi, installazione meccanica e facility management.

H2-Industries

H2-Industries sviluppa soluzioni innovative, efficaci ed eco-compatibili di accumulo di energia LOHC. L’azienda è stata fondata nel 2010 da Michael Stusch e ha sede a New York.

I prodotti di H2-Industries consentono di produrre idrogeno con qualsiasi fonte di elettricità rinnovabile e di immagazzinarlo a pressione e temperatura ambiente in un vettore organico liquido simile all’olio (LOHC). L’idrogeno legato a LOHC può essere facilmente trasportato e rilasciato di nuovo quando necessario. La tecnologia LOHC consente per la prima volta di immagazzinare grandi quantità di elettricità in modo sicuro ed economico. Ciò consente a H2-Industries di rendere disponibile l’energia rinnovabile ovunque, 24 ore su 24, 7 giorni su 7.

L’obiettivo di H2-Industries è quello di industrializzare la tecnologia LOHC, stabilendo così l’idrogeno come fonte di energia sicura per il futuro.

Latest article