venerdì, 19 Agosto 2022

Il capo di Siemens Gamesa: l’idrogeno verde dovrebbe essere competitivo in due anni dando nuova linfa al vecchio sistema eolico

5 marzo, 2021

Redazione

Siemens Gamesa è in trattative per il retrofit di elettrolizzatori per ringiovanire l’economia dei vecchi parchi eolici, una mossa che potrebbe accelerare l’idrogeno verde verso la competitività in appena due anni in alcuni casi, ha affermato il dirigente che guida la strategia H2 dell’azienda. 

Juan Gutiérrez, amministratore delegato dei servizi di Siemens Gamesa, ha affermato che l’integrazione brownfielddella produzione di idrogeno alimentata a turbina potrebbe, in casi  specifici, offrire all’idrogeno verde un percorso rapido per pareggiare i costi dell’ H2 grigio prodotto utilizzando combustibili fossili, che attualmente domina il mercato. 

I tempi proposti da Gutiérrez sono tra i più coraggiosi per quanto riguarda la competitività dei prezzi dell’H2 verde, che secondo alcuni commentatori del mercato potrebbe richiedere fino a un decennio per pareggiare l’H2 grigio e la varietà derivata blu, prodotta da combustibili fossili ripuliti dall’ anidride carbonica. 

È probabile che le prime vittorie arriveranno da progetti con condizioni di vento eccellenti e una ragionevole vicinanza al cliente per l’idrogeno verde cos’ prodotto, per mantenere il costo della logistica il più basso possibile. 

Gutiérrez ha affermato che l’implementazione di elettrolizzatori brownfield, oltre a integrare la produzione di H2 con l’eolico di nuova costruzione, potrebbe aiutare Siemens Gamesa a conquistare una quota significativa di quello che potrebbe essere un mercato da 100 GW entro il 2030 grazie a un’ ulteriore capacità di rinnovabili dedicata all’idrogeno verde. 

La fiducia di Gutiérrez nelle opportunità per Siemens Gamesa deriva in parte dai primi progressi del progetto pilota eolico onshore dell’OEM spagnolo-tedesco a Brande, in Danimarca, che ha prodotto il suo primo idrogeno in queste settimane. Sebbene non produca elettrolizzatori, Gutiérrez ha affermato che Siemens Gamesa può trarre vantaggio dal suo rapporto con il gruppo madre Siemens Energy, leader globale in quell’area. L’aggiunta di elettrolizzatori e potenzialmente anche di batterie significherebbe che “non è più un parco eolico, è un impianto energetico che genera idrogeno, elettricità e può offrire servizi ausiliari“, ha affermato.

Latest article