venerdì, 2 Dicembre 2022

INEOS si unisce al cluster scozzese del progetto Acorn per catturare e immagazzinare CO2 entro il 2027

Dopo la Shell qualche giorno fa, la INEOS Chemicals di Grangemouth ha firmato un Memorandum of Understanding con il progetto Acorn CCS per lavorare insieme per sviluppare il primo sistema scozzese di cattura e stoccaggio del carbonio che collega il cuore industriale della Scozia al sistema di trasporto e stoccaggio Acorn CO2 nel nord-est della Scozia entro il 2027. In questo modo aumentano enormemente le possibilità che il progetto si realizzi.

L’annuncio presenta un percorso per la Scozia per aiutare a raggiungere i suoi ambiziosi obiettivi climatici attraverso un’efficace cattura e stoccaggio del carbonio. L’investimento nel sito di Grangemouth consentirà la cattura e lo stoccaggio di circa un milione di tonnellate all’anno di CO2 entro il 2027, con l’obiettivo di catturare ulteriori volumi significativi oltre questa data.

INEOS possiede e gestisce a Grangemouth uno dei più grandi siti produttivi della Scozia. Da quando ha assunto la proprietà dell’impianto nel 2005, ha già ridotto le emissioni di CO2 nel sito del 37%. Una volta operativo, il sistema proposto per la cattura e lo stoccaggio del carbonio aumenterà ulteriormente la riduzione delle emissioni nel sito di oltre il 50% rispetto al 2005.

Le attività di INEOS a Grangemouth hanno messo in atto tabelle di marcia per guidare la transizione verso un’economia ‘net zero’ entro il 2045, pur rimanendo redditizie e anticipando l’evoluzione delle normative e della legislazione. 

Commentando l’annuncio, Andrew Gardner, presidente di INEOS Grangemouth, ha dichiarato:

INEOS e Petroineos a Grangemouth riconoscono l’importanza di ridurre le emissioni di gas serra dai nostri processi industriali. In qualità di uno dei maggiori produttori e datori di lavoro della Scozia, riconosciamo che stiamo gestendo un’industria ad alta intensità di CO2 e che abbiamo un ruolo significativo da svolgere nell’aiutare la Scozia a raggiungere il suo obiettivo Net Carbon Zero entro il 2045. Abbiamo già apportato riduzioni significative da quando abbiamo acquisito la proprietà del sito e siamo lieti di andare oltre sostenendo l’offerta Acorn CCS Scottish Cluster. Una volta operativo, il sistema di cattura e stoccaggio del carbonio fornirà un percorso essenziale per catturare e immagazzinare in modo permanente e sicuro le emissioni di CO2 per i grandi emettitori industriali in tutta la Scozia, con un significativo impatto positivo per i cambiamenti climatici e per il Paese”.

Nick Cooper, CEO di Storegga, il developer principale del progetto Acorn, ha dichiarato:

I partner del progetto Acorn (Storegga, Shell e Harbour Energy) sono lieti che INEOS abbia stipulato un MOU con Acorn, che è un passo davvero significativo nella gestione delle emissioni industriali della Scozia. Il progetto Acorn CCS e l’idrogeno è avanzato, altamente scalabile e ha una chiara visibilità di una vasta base di clienti CO2. Acorn fornisce infrastrutture critiche per la riduzione del carbonio al crescente cluster scozzese di emettitori e al più ampio Regno Unito”. 

Latest article