domenica, 7 Agosto 2022

Il gigante tedesco dell’ acciaio Thyssenkrupp pianifica un impianto di idrogeno verde da 500 MW

Joshua S Hill – RenewEconomy

3 Marzo, 2021

Il gigante industriale tedesco  della produzione di acciaio Thyssenkrupp lavorerà con la società energetica tedesca Steag che sta progettando un impianto di elettrolisi dell’idrogeno da 500 MW destinato ad alimentare la produzione di acciaio.

Il progetto HydrOxy Hub Walsum dovrebbe essere collegato alla rete e produrre idrogeno verde alimentato da fonti rinnovabili entro il 2025. Costruito a Walsum, la vicinanza allo stabilimento di produzione di acciaio di Duisburg della Thyssenkrupp eviterà anche la necessità di costruire un sistema di fornitura elaborato,  e consentirà  di implementare molto più rapidamente il progetto e la successiva produzione di acciaio alimentato a idrogeno.

Il progetto HydrOxy Hub Walsum a idrogeno è inteso come un primo passo nella decarbonizzazione della produzione di acciaio in Germania e funge da banco di prova per essere successivamente ampliato in tutta Europa.

L’impianto di produzione di acciaio di Thyssenkrupp a Duisburg è “il più grande sito di acciaio nell’UE“, secondo il dottor Ralf Schieleresponsabile all’interno della gestione STEAG per le divisioni Mercato e Tecnologia, e successivamente funge da promettente esempio del valore della neutralità climatica nella produzione di acciaio.

Inoltre, il progetto Thyssenkrupp e STEAG a Duisburg-Walsum è in un incrocio tra gli obiettivi sull’idrogeno del governo federale tedesco e la strategia sull’idrogeno dell’Unione europea.

In caso di successo, il progetto HydrOxy Hub Walsum contribuirebbe direttamente al raggiungimento degli obiettivi di emissioni della Germania stabiliti nella legge federale sui cambiamenti climatici. Poiché i progetti sulle energie rinnovabili e sull’idrogeno verde continuano a crescere in popolarità e domanda, la decarbonizzazione della produzione industriale diventerà una prospettiva più attraente per le aziende.

Il piano di Thyssenkrupp per decarbonizzare la sua produzione di acciaio arriva poco più di un mese dopo che Emirates Global Aluminium (EGA)  ha iniziato a produrre alluminio alimentato dall’elettricità generata dal parco solare Mohammed bin Rashid Al Maktoum negli Emirati Arabi Uniti.

La Dubai Electricity and Water Authority (DEWA) e Emirates Global Aluminium (EGA) hanno annunciato congiuntamente a gennaio che il progetto solare Mohammed bin Rashid a Dubai aveva iniziato a generare elettricità per lo smelter di alluminio di EGA, fornendo 560.000 megawattora di energia ogni anno, sufficiente per la produzione di 40.000 tonnellate di alluminio.

L’alluminio è un metallo leggero, resistente e riciclabile all’infinito e queste proprietà significano che come materiale svolge un ruolo globale fondamentale nello sviluppo di un futuro sostenibile“, ha affermato Abdulnasser Bin Kalban, amministratore delegato di EGA.

Tuttavia, è anche importante che l’alluminio sia prodotto in modo sostenibile.  L’alluminio CelestiAL, prodotto negli Emirati Arabi Uniti con l’energia solare, contribuirà a rendere possibile la vita moderna per le persone di tutto il mondo, proteggendo il nostro pianeta per le generazioni future. Questa è una grande pietra miliare per gli Emirati Arabi Uniti e il nostro settore “.

A sua volta, all’inizio di febbraio, il produttore tedesco di veicoli di lusso BMW ha annunciato di aver firmato un contratto per l’approvvigionamento di alluminio dalla nuova linea di produzione CelestiAL di Emirates Global Aluminium.

Latest article