sabato, 26 Novembre 2022

Il diario di COP26 a Glasgow: “E’ la nostra ultima speranza per non superare i 1,5°C”

Due settimane di importanti negoziati internazionali sul clima sono iniziati a Glasgow, mentre i colloqui, noti come COP26, sono stati “lanciati in modo soft” durante il fine settimana.

I colloqui di Glasgow sono il più importante incontro internazionale sui cambiamenti climatici dalla negoziazione dell’Accordo di Parigi nel 2015. Rappresenta un indicatore chiave per l’azione congiunta globale, coi paesi che dovrebbero annunciare nuovi impegni per la riduzione delle emissioni entro il 2030 e oltre.

Un recente rapporto del Programma delle Nazioni Unite per l’ambiente ha rilevato che rimane un significativo “divario di emissioni” tra gli impegni nazionali e ciò che è necessario per mantenere il riscaldamento del pianeta entro 1,5 gradi, con il mondo attualmente sulla buona strada per arrivare invece a 2,7 gradi.

Domenica ha visto la “cerimonia di apertura” ufficiale della COP26 a Glasgow, con i discorsi del Presidente della conferenza nominato dal Regno UnitoAlok Sharmadel segretario esecutivo dell’UNFCCC, Patricia Espinosa e del presidente dell’IPCC, il dottor Hoesung Lee.

È stato un evento di relativamente di basso profilo, con i colloqui che sono iniziati lunedì, ma è stato utilizzato per sottolineare le aspettative.

Sappiamo che questa COP, la COP26, è la nostra ultima migliore speranza per mantenere 1,5° a portata di mano“, ha detto Sharma. “E so che abbiamo un’agenda negoziale senza precedenti davanti a noi. Ma credo che questo sistema internazionale possa dare risultatiInsieme, possiamo cogliere le enormi opportunità per una crescita verde, per buoni posti di lavoro verdi, per energia più economica e più pulita. Ma dobbiamo partire subito per sviluppare le soluzioni di cui abbiamo bisogno. E quel lavoro, amici miei, inizia oggi”.

Espinosa ha detto che c’e’ una scelta chiara di fronte ai leader mondiali.

O scegliamo di ottenere riduzioni rapide e su larga scala delle emissioni per mantenere l’obiettivo di limitare il riscaldamento globale a 1,5 ° C  –  o accettiamo che l’umanità affronti un futuro tetro su questo pianeta“, ha detto Espinosa.

O scegliamo di aumentare gli sforzi di adattamento per affrontare gli attuali disastri meteorologici estremi e costruire la resilienza per affrontare gli impatti futuri – o accettiamo che più persone muoiano, più famiglie soffrano …. e seguiranno molti più danni economici”.

O scegliamo di riconoscere che il ‘business as usual’ non vale il prezzo devastante che stiamo pagando e facciamo la necessaria transizione verso un futuro più sostenibile, oppure accettiamo che stiamo investendo nella nostra stessa estinzione“.

La Cina ha presentato una proposta per aumentare la sua capacità di energia rinnovabile di 1,2 Terawatt entro il 2030 che è quasi il doppio degli impegni precedenti e più del doppio della sua attuale capacità di 535 GW.

Ma il piano cinese – parte del suo contributo determinato a livello nazionale  – non è stato ben accolto dagli attivisti che si aspettavano di più, in quanto rappresenta poco più di quanto delineato dalla Cina al Summit sull’azione per il clima ospitato nel Regno Unito lo scorso dicembre.

Leader mondiali, attivisti, celebrità e diplomatici stanno attualmente scendendo a Glasgow prima dei colloqui, con oltre 30.000 delegati che dovrebbero partecipare nelle due settimane.

Ciò include l’attivista dello “sciopero scolastico per il clima” Greta Thunberg, che è arrivata a Glasgow come parte di un gruppo di giovani attivisti, attirando una quantità prevedibilmente grande di interesse dai media.

Più di 100 leader mondiali saliranno sul palco del COP26 nei primi giorni dei colloqui quando inizieranno sul serio, da martedì in poi, tra i quali il Presidente degli Stati Uniti Joe Biden, il Presidente francese Emmanuel Macron, il Presidente canadese Justin Trudeau e il Primo ministro indiano Narendra Modi.

Il vertice del leader mondiale dovrebbe vedere i leader ribadire i nuovi impegni assunti in termini di riduzione delle emissioni e di finanziamento dei programmi per difendere il clima Potrebbe vedere l’ annuncio di ulteriori impegni maggiormente ambiziosi per cercare di dare un tono di progresso all’inizio dei negoziati.

Latest article