domenica, 7 Agosto 2022

Il Congresso degli Stati Uniti esortato a sostenere la decarbonizzazione marittima con almeno $ 20 miliardi

Quindici autorità portuali, gruppi industriali e organizzazioni ambientali hanno firmato una lettera che chiede al Congresso degli Stati Uniti di includere nell’ accordo infrastrutturale ora sotto dibattito almeno 20 miliardi di dollari per finanziare la  decarbonizzazione del settore marittimo.

Nella lettera, le organizzazioni chiedono che l’investimento di 20 miliardi di dollari sia destinato a ricerca e sviluppo, infrastrutture portuali e opzioni di finanziamento per le navi statunitensi, e che sia diretto al Dipartimento dei Trasporti, al Dipartimento dell’Energia e all’Agenzia per la Protezione dell’Ambiente. .

Nello specifico, chiedono che il congresso fornisca almeno $ 3 miliardi per la ricerca e lo sviluppo di combustibili e tecnologie navali a emissioni zero e almeno $ 1 miliardo per la costruzione e il retrofit di navi a emissioni zero.

firmatari includono Ocean Conservancy, Pacific Environment, Azul, West Oakland Environmental Indicators Project, South Ward Environmental Alliance, Environmental Defense Fund, Dream Corps Green For All, The Rachel Carson Council, Sierra Club, Earthjustice, Friends of the Earth, Ocean Defense Initiative, GreenLatinos, porto di San Diego e Green Shipping Line.

Le organizzazioni hanno spiegato che l’industria navale globale contribuisce in modo determinante alle emissioni di gas serra ed è responsabile di circa il 3% delle emissioni globali di anidride carbonica, che è più di tutte le centrali a carbone negli Stati Uniti messe insieme.

Hanno affermato che gli Stati Uniti hanno un ruolo importante da svolgere nella transizione del settore lontano dai combustibili fossili e verso un futuro a emissioni zero perché i porti americani sono un punto di accesso critico per le navi di navigazione oceanica, che sono responsabili dell’80% del commercio mondiale. Miliardi di dollari di merci fluiscono attraverso i porti statunitensi, creando 5,4 trilioni di dollari di attività economica ogni anno e sostenendo quasi 31 milioni di posti di lavoro americani nel 2018.

Gli Stati Uniti hanno l’opportunità di guidare il mondo nella transizione del settore marittimo verso un futuro a emissioni zero“, ha sottolineato Reggie Paros, Direttore delle relazioni con il governo presso Ocean Conservancy.

Includendo questo investimento fondamentale in qualsiasi pacchetto infrastrutturale, il Congresso e l’amministrazione Biden hanno l’opportunità di essere all’altezza dei loro impegni e obiettivi climatici. Allo stesso tempo, se faranno questi investimenti, il Congresso creerà posti di lavoro affidabili e ben pagati, oltre a ripulire l’inquinamento atmosferico che colpisce in modo sproporzionato le comunità a basso reddito e le comunità di colore“.

Le navi sono responsabili del 3% delle emissioni globali di anidride carbonica – più inquinamento climatico di tutte le centrali a carbone negli Stati Uniti messe insieme”, ha affermato Madeline Rose, direttrice della campagna per il clima presso Pacific Environment.

Il Congresso ha un’opportunità unica di investire in un’economia a emissioni zero adottando le misure necessarie per trasformare il mare e i porti. Abbiamo bisogno di un’azione decisiva ora per la transizione a zero emissioni di spedizioni e porti”.

Latest article