lunedì, 15 Agosto 2022

Il cantiere australiano di navi a idrogeno compresso svilupperà un impianto verde da 2,8 GW

Il produttore di navi a idrogeno compresso Global Energy Ventures svilupperà un progetto di esportazione di idrogeno verde da 2,8 GW sulle isole Tiwi, al largo della costa dei Territori del Nord dell’ Australia.  Dice che il progetto dimostrerà la semplicità e l’efficienza dell’idrogeno compresso per le catene di approvvigionamento dell’Asia-Pacifico e, naturalmente, utilizzerà una flotta di proprie navi alimentate a idrogeno da 430 tonnellate.  

Ci sarà il sostegno del governo dei Territori del Nord e dei proprietari terrieri tradizionali. Il Tiwi Hydrogen Project, come viene chiamato, sarà costruito gradualmente con una capacità  fino a 2,8 GW, producendo alla fine 100.000 tonnellate all’anno di idrogeno verde per l’esportazione nella regione Asia-Pacifico.

Lo sviluppo iniziale vedrà circa 500 MW di generazione solare installati sull’isola, espandendosi con la crescita dei mercati regionali dell’idrogeno e la riduzione dei costi del solare, elettrolizzatori e trasporti. Una decisione finale dell’ investimento finanziario per la prima fase del progetto è prevista nel 2023, con la società che afferma che ciò consentirebbe l’inizio della sua prima esportazione di idrogeno nel 2026, previa approvazione e decollo.

Il progetto mira a integrare verticalmente il business dell’idrogeno di GEV, che si è in gran parte concentrato sulla progettazione e realizzazione di navi. 

Questo progetto può trasformare GEV da un fornitore di servizi midstream a un’azienda innovativa per l’idrogeno“, ha affermato l’amministratore delegato e CEO di GEV, Martin Carolan. “La nostra soluzione di trasporto dell’ idrogeno compresso è altamente modulare e può quindi essere ‘scalata’ per soddisfare l’avanzamento delle tecnologie degli elettrolizzatori e la domanda del mercato per il gas idrogeno verde puro, fornendolo a un costo competitivo  man mano che il progetto crescerà“.

L’immagazzinamento dell’idrogeno come gas compresso ha ricevuto molta meno attenzione rispetto ai suoi cugini più densi, l’idrogeno liquefatto e l’ammoniaca. La società australiana, tuttavia, è convinta che la semplicità dell’idrogeno compresso lo renda un modo più rapido e finanziariamente fattibile per rifornire la regione Asia-Pacifico.

Le Isole Tiwi sono state selezionate per il progetto per la loro vicinanza a mercati chiave del futuro come Giappone, Corea e Cina. La posizione del progetto è anche vicino a Port Melville, con GEV che afferma che continuerà a lavorare con i proprietari del porto AusGroup Limited per integrare il progetto e le strutture portuali.

La società svilupperà il progetto Tiwi Hydrogen in parallelo al suo programma di ingegneria navale e delle approvazioni. All’inizio di questo mese ha superato un significativo traguardo di approvazione dopo aver ricevuto l’ approvazione in linea di principio dall’American Bureau of Shipping.

Latest article