martedì, 16 Agosto 2022

Il camion Nikola viaggerà per 900 miglia con un serbatoio di idrogeno

23 Febbraio, 2021 


Roger Gilroy – TTNews

Nikola Corp. ha annunciato aggiornamenti nel suo programma di autocarri commerciali elettrici a celle a combustibile a idrogeno a emissioni zero, all’ interno di uno spazio sempre più affollato che ha contribuito a creare nel 2016 con il suo annuncio introduttivo. 

Gli aggiornamenti includono il suo veicolo elettrico a celle a combustibile Nikola Two a lungo raggio (FCEV), ora con un’autonomia fino a 900 miglia.

Il modello con cuccetta Nikola Two FCEV dovrebbe essere pronto per il lancio alla fine del 2024. Secondo il produttore di camion con sede a Phoenix, si baserà su un nuovo telaio progettato su misura per le rotte nordamericane.

L’autonomia di 900 miglia recentemente annunciata si amplia rispetto ai piani precedenti per un camion a lunga distanza con un’autonomia fino a 745 miglia, che Nikola ha tracciato nel 2018.

Per accelerare la transizione verso un futuro privo di emissioni di carbonio, l’industria degli autotrasporti ha bisogno di veicoli commerciali pesanti, a zero emissioni, progettati per adattarsi alle capacità di peso e autonomia dei camion diesel di oggi“, ha affermato Jason Roycht di Nikola, responsabile globale di FCEV. “Nikola è entusiasta di presentare ulteriori dettagli sul nostro portafoglio di camion FCEV e sul nostro continuo impegno per il trasporto commerciale sostenibile“.

 Nikola Tre (Nikola Motor Co.)

Il piano di Nikola arriva sulla scia dell’annuncio di Navistar Inc. a gennaio che intende produrre un camion a lungo raggio a emissioni zero utilizzando sistemi a celle a combustibile forniti dalla General Motors e avrà un modello FCEV della serie internazionale RH disponibile commercialmente nel 2024.

J.B. Hunt Transport Inc., un cliente di lunga data di Navistar, utilizzerà alcuni dei camion in un programma pilota a partire dal prossimo anno.

Nel 2020, Hyliion Corp. ha annunciato che avrebbe avuto un propulsore a lungo raggio completamente elettrico, l’Hyliion Electric Range Extender (ERX).

I veicoli dimostrativi della flotta con l’ERX saranno spediti nel 2021, con una produzione in grandi volumi prevista nel 2022, secondo quanto riportato a giugno dalla società con sede ad Austin, in Texas, fondata nel 2015. L’ERX, le cui batterie sono caricate da un motore a gas naturale sottodimensionato, è progettato per un’autonomia di 1.000 miglia tra il rifornimento di gas naturale in una rete di circa 700 stazioni pubbliche esistenti.

Nel frattempo, la produzione di Nikola dei prototipi del suo Tre FCEV regionale per distanze fino a 500 miglia dovrebbe iniziare in Arizona e Ulm, in Germania, nel secondo trimestre. I test e la convalida di questi veicoli continueranno nel 2022 e la produzione è prevista per la seconda metà del 2023.

Il Tre FCEV sfrutta la piattaforma del veicolo elettrico a batteria Tre con alimentazione a celle a combustibile a idrogeno, pur essendo progettato per migliorare l’aerodinamica e ridurre il peso totale del veicolo.

Il cabover Tre BEV di Nikola è previsto per viaggi fino a 300 miglia e la produzione inizierà per il Nord America nel quarto trimestre. Si prevede che Nikola Tre e Nikola Two FCEV utilizzeranno un certo numero di moduli di alimentazione a celle a combustibile e sistemi di stoccaggio dell’idrogeno.

Entrambi i sistemi sono attualmente in fase di sviluppo e dimostrazione industriale  con i leader del settore in collaborazione con Nikola Engineering, ha riferito la società. I primi prototipi Tre che utilizzano questi sistemi dovrebbero iniziare i test su strada nel 2022.

Il nostro piano è di entrare nel mercato gradualmente“, ha detto Roycht. “Stiamo costruendo sull’attuale piattaforma Tre con il lancio pianificato dei nostri sistemi di stoccaggio di celle a combustibile e idrogeno nel 2023. Questi sistemi sono progettati per essere prodotti su grande scala  al fine di gestire i requisiti di maggiore potenza e di lungo raggio, che consentono un’  integrazione simultanea nel design del telaio del Nikola Two FCEV Sleeper.

L’utilizzo di componenti e sistemi comuni per la propulsione a idrogeno supporterà maggiori economie di scala e consentirà inoltre a Nikola di espandere e adattare continuamente il nostro portafoglio di autocarri FCEV per soddisfare le diverse esigenze degli autotrasporti commerciali“.

Latest article