martedì, 9 Agosto 2022

IEA: L’idrogeno e l’ammoniaca possono aiutare a garantire la sicurezza dell’approvvigionamento dell’energia nella transizione energetica

L’uso dell’ idrogeno e ammoniaca a basse emissioni di carbonio nelle centrali elettriche a combustibili fossili può svolgere un ruolo chiave nel mantenimento della sicurezza energetica durante la transizione verso un’energia più verde, ha dichiarato il capo dell’Agenzia internazionale per l’energia (IEA) in una conferenza virtuale tenuta mercoledì dal Ministero dell’Industria giapponese.

Il capo della IEA Dr. Fatih Birol ha dichiarato alla Conferenza internazionale sull’ammoniaca come combustibile che la co-combustione di idrogeno e ammoniaca da fonti a basse emissioni di carbonio ridurrebbe le emissioni degli impianti di combustibili fossili esistenti, offrendo maggiore flessibilità nella transizione energetica.

Questo sarà particolarmente importante per i paesi con flotte termiche giovani e un accesso limitato ad altre risorse a basse emissioni di carbonio, come i paesi dell’est e del sud-est asiatico“, ha affermato, mentre l’agenzia ha pubblicato il suo ultimo rapporto sui combustibili a basse emissioni di carbonio.

La dichiarazione della IEA aiuta il Giappone, che sta promuovendo in modo aggressivo l’ammoniaca come combustibile alternativo per aiutare a ridurre le emissioni di anidride carbonica nelle centrali elettriche a carbone per aiutare a combattere il cambiamento climatico.

L’ammoniaca è utilizzata per la produzione di fertilizzanti e materiali industriali, ma è anche vista come un’efficace fonte di energia futura, insieme all’idrogeno. Non emette anidride carbonica quando viene bruciata, sebbene la sua sintesi rilasci emissioni se prodotta da combustibili fossili.

Il Giappone mira a far crescere la domanda interna di ammoniaca come combustibile da zero oggi a 3 milioni di tonnellate all’anno entro il 2030 e a 30 milioni di tonnellate entro il 2050,  e a creare una nuova catena di approvvigionamento per il combustibile.

Tuttavia, “i costi di produzione e di trasporto devono diminuire ulteriormente e sono necessari investimenti tempestivi per creare catene di approvvigionamento“, ha affermato Birol.

Inoltre, la giapponese IHI ha firmato un accordo durante la conferenza con l’azienda energetica statale malese Petronas e la utility elettrica Tenaga Nasional per studiare l’uso dell’ammoniaca nelle centrali elettriche a carbone e la produzione di ammoniaca nel paese del sud-est asiatico.

Latest article