domenica, 4 Dicembre 2022

Gli Stati Uniti lavoreranno sulla riduzione del costo dell’idrogeno con una chiamata tecnologica tipo ‘tutte le mani sul ponte’

Gli Stati Uniti mirano a tagliare il costo della produzione di idrogeno verde dell’80% nel prossimo decennio nel primo di una serie di “colpi energetici” lanciato oggi dal Segretario all’Energia Jennifer Granholm come parte di un ambizioso schema del Dipartimento dell’Energia (DOE).

Il “colpo” dell’idrogeno, la prima mossa significativa dell’amministrazione Biden per accelerare l’attesissimo settore della transizione energetica negli Stati Uniti, mirerebbe a ridurre il costo dell’idrogeno a $ 1/kg, stabilendo allo stesso tempo un “quadro e una base per la distribuzione” nell’American Jobs Plan, compresi i finanziamenti per progetti dimostrativi. 

Raggiungendo l’obiettivo di riduzione dei costi dell’iniezione di idrogeno, possiamo sbloccare un aumento di cinque volte della domanda aumentando la produzione di idrogeno pulito attraverso percorsi come le energie rinnovabili, il nucleare e la conversione termica“, disse Granholm

Secondo l’International Energy Agency, l’idrogeno grigio a base fossile è attualmente disponibile a $ 1-3/kg, mentre la cattura del carbonio per “diventare” blu aggiungerebbe almeno $ 0,50 / kg e l’H2 verde proveniente dall’energia eolica e solare costa tra $ 2,50 e 6/kg. L’annuncio di oggi segue l’impegno di Granholm, preso durante il vertice dei leader del presidente Biden sul clima, per aiutare a finanziare lo sviluppo delle tecnologie energetiche pulite di prossima generazione.

Latest article