martedì, 9 Agosto 2022

Germania Guardando alla cooperazione sull’idrogeno verde con la Russia

La Germania è in stretta comunicazione con la Russia sul potenziale della produzione e del trasporto di idrogeno “verde”, ha detto il ministro dell’Economia Peter Altmaier in una conferenza russo-tedesca

16 febbraio 2021

Pipeline and Gas Journal

Altmaier ha affermato nel webcast che la Russia potrebbe lavorare con la Germania nella produzione e nel trasporto di idrogeno verde che la Germania spera di sviluppare su larga scala, inviando energia rinnovabile dal vento e dal sole attraverso l’elettrolisi per produrre carburante sintetico per i settori dell’industria, dell’energia e dei trasporti .

“Offriamo alla Russia una cooperazione più profonda”, ha detto.

Il ministro dell’industria russo Denis Manturov ha affermato che la Russia è pronta a dare la priorità agli investimenti in queste tecnologie.

“Sono convinto che questa intenzione interesserà le aziende tedesche e russe attive in quel settore”, ha detto.

L’industria tedesca consuma ogni anno circa 55 terawattora (TWh) di idrogeno “grigio” ottenuto da combustibili fossili, mentre tutte le sue industrie, compreso il riscaldamento domestico, utilizzano fino a 1.000 TWh di gas naturale, dove la Russia è il principale fornitore unico della Germania.

La Germania punta alla neutralità del carbonio entro il 2050 nell’ambito degli obiettivi climatici, ma vede il gas naturale come una tecnologia ponte, poiché esce dall’energia nucleare e dal carbone.

Il gas aiuterà le centrali elettriche, l’industria ei trasporti fino a quando le energie rinnovabili e l’idrogeno sintetico non saranno in grado di fornire successivamente la maggior parte dell’elettricità, oltre a sostituire le materie prime fossili, hanno detto i relatori.

Si aspettano che il gasdotto Nord Stream 2, che porterà il gas russo direttamente in Germania ed è quasi completo, fornirà una futura rotta di importazione dell’idrogeno mentre la Russia sviluppa energia rinnovabile per l’elettrolisi, o pirolisi del metano, per produrre idrogeno.

“La Russia può offrire un enorme potenziale di terra come base per costruire energia solare ed eolica e enormi risorse idriche per l’energia idroelettrica”, ha affermato Stephan Weil, primo ministro dello stato della Bassa Sassonia.

Alexander Drozdenko, governatore della regione di Leningrado dove partono la NS 2 e il suo predecessore, il gasdotto NS 1, ha affermato che sono stati pianificati impianti idroelettrici ed eolici e vantaggi fiscali per stimolare iniziative sull’idrogeno. La Russia deve pensare oltre il carbone, il petrolio e il gas, ha detto.

Latest article