martedì, 9 Agosto 2022

Consorzio Engie: il progetto dimostrativo GRHYD

I partner inaugurano il primo dimostrativo Power-to-Gas in Francia 

30 marzo, 2021

La Redazione

ENGIE sta sperimentando l’iniezione di idrogeno nella rete di distribuzione del gas naturale di un nuovo quartiere, Le Petit village, e una stazione di rifornimento per autobus situata nella Comunità Urbana di Dunkerque. 

Il fabbisogno di riscaldamento e acqua calda sanitaria sarà soddisfatto da una soluzione energetica innovativa: Hythane1, un nuovo gas composto da idrogeno e gas naturaleL’obiettivo del progetto è dimostrare i vantaggi tecnici, economici, ambientali e sociali di questa nuova soluzione energetica per città sostenibili e mobilità verde in situazioni operative reali.

Il governo francese sta supportando il progetto dimostrativo di accumulo dell’energia dell’idrogeno GRHYDattualmente condotto da ENGIE e da un consorzio di partner industriali. La Francia aveva fissato l’obiettivo di raggiungere il 23% del consumo energetico lordo degli utenti finali da fonti rinnovabili entro il 2020. Questo ambizioso progetto mira a convertire l’energia in eccesso generata da fonti rinnovabili in idrogeno, che sarà poi miscelato con gas naturale per un’ampia gamma delle applicazioni, compreso il riscaldamento degli ambienti, il riscaldamento dell’acqua e il carburante. Di conseguenza, i generatori di energia da fonti rinnovabili intermittenti, come l’energia eolica e solare, avranno una nuova soluzione per commercializzare l’elettricità che generano, riducendo allo stesso tempo le emissioni di gas serra.

Il progetto è stato avviato nel 2014. I primi due anni sono stati dedicati a una fase di studi tecnici e sociologici, seguita da una fase di dimostrazione quinquennale di due usi dell’iniezione di idrogeno: trasporti e abitazioni.

Lo sviluppo dell’idrogeno in questo modo fornisce una risposta diretta a una serie di sfide energetiche e ambientali…

• aiutando a ridurre le emissioni di gas serra

• promuovendo la competenza industriale regionale e le risorse naturali

• sostenendo lo sviluppo economico locale

• preparando l’introduzione di veicoli alimentati a idrogeno.

Per valutare la rilevanza tecnica, economica e ambientale del Power-to-Gas, due dimostratori per questa nuova soluzione energetica sono ora operativi come parte di un progetto che coinvolge le autorità locali e i residenti locali nella comunità urbana di Dunkerque:

• Un dimostrativo nel settore dei trasporti

Il progetto Hythane® fuel su scala industriale. Una stazione di rifornimento per autobus sarà adattata per gestire la miscela idrogeno / gas naturale, che inizierà con un contenuto di idrogeno del 6% che verrà aumentato nel tempo al 20%. Una flotta di circa 50 autobus verrà utilizzata utilizzando questa miscela di idrogeno e gas naturale.

• Un dimostrativo nel settore residenziale

Un nuovo quartiere residenziale di circa 200 case nel distretto di Capelle la Grande della comunità urbana di Dunkerque sarà rifornito con una miscela di idrogeno e gas naturale utilizzando un contenuto di idrogeno variabile inferiore al 20%. La produzione sarà basata su energia da fonti rinnovabili (eolico) immessa nella rete di distribuzione elettrica. L’energia in eccesso verrà utilizzata per produrre idrogeno per lo stoccaggio e la successiva distribuzione per soddisfare la domanda.

Il dimostrativo GRHYD permette di valorizzare l’elettricità verde che non trova sbocco sulla rete elettrica trasformandola in gas idrogeno distribuito nella rete del gas naturale, implementando il concetto Power-to-Gas.

I risultati di una simulazione del fabbisogno di gas e idrogeno delle prime 100 case hanno permesso di determinare quali installazioni di idrogeno sarebbero state necessarie per l’elettrolisi, lo stoccaggio e l’iniezione e quali modelli.

L’elettrolizzatore a membrana a scambio protonico (PEM) può produrre fino a 10 metri cubi normali di idrogeno all’ora. Il modulo contenitore ha una capacità di 5 kg. L’idrogeno viene immagazzinato grazie ad un’innovazione tecnologica, sotto forma di idruri metallici.

L’elettrolizzatore e la tecnologia di accumulo sono stati testati in situazioni operative reali per soddisfare le esigenze energetiche dei residenti del quartiere.

L’idrogeno riconvertito in forma gassosa può essere iniettato nella rete del gas naturale per costituire un nuovo combustibile. La dimostrazione inizia con l’iniezione delle prime molecole di idrogeno nella rete di distribuzione per rifornire le abitazioni del nuovo quartiere.

La quantità di idrogeno miscelato con il gas naturale varierà a seconda della disponibilità di elettricità verde rimanendo al di sotto del 20% in volume per rispettare le normative di sicurezza.

Latest article