domenica, 27 Novembre 2022

Il Commissario europeo Thierry Breton sottolinea il ruolo chiave dell’idrogeno nella politica UE

Thierry Breton, commissario europeo per il mercato interno, ha scritto un post su LinkedIn sostenendo che l’idrogeno è il motore della “rivoluzione verde” dell’UE. Breton ha affermato che l’UE deve affrontare le dipendenze strategiche, che nel caso dell’idrogeno significa “avere accesso a materie prime critiche e garantire la disponibilità di grandi quantità di elettricità decarbonizzata”.

L’imprenditore e politico francese ha anche sottolineato il ruolo potenziale del nucleare nel settore.A breve e medio termine, sono necessarie altre forme di idrogeno a basse emissioni di carbonio, anche basate sull’energia nucleare“, ha aggiunto. “L’energia nucleare è disponibile, costante e abbondante. Potremmo usare questa energia di transizione per facilitare lo sviluppo di un’industria dell’idrogeno pulita in Europa“. Breton suggerisce di scollegare i reattori dalla rete e di utilizzare l’energia per gli elettrolizzatori.

L’Unione Europea vuole svelare i nuovi progetti prima della riunione del COP26.  Breton  scrive: “L’obiettivo è presentare una pipeline di progetti di investimento durante il prossimo Hydrogen Forum di novembre, sulla base delle proposte di progetto che abbiamo raccolto questa primavera”. Il commissario ha affermato che le banche e le altre istituzioni che lavorano con l’UE per facilitare lo sviluppo economico e industriale svolgeranno un ruolo chiave nel finanziamento dei progetti, uno sviluppo definito come “un’altra sfida, in particolare per le aziende più piccole“.

Il mese scorso, la Banca europea per la ricostruzione e lo sviluppo con sede a Londra ha collaborato con l’operatore del sistema di trasmissione del gas dell’Ucraina per promuovere lo sviluppo e l’uso dell’idrogeno. Anche la Banca europea per gli investimenti è molto attiva nel settore.

Breton ha affermato di aver sostenuto il processo politico e commerciale in corso che porterà alla definizione di importanti progetti di comune interesse europeo, inclusi i progetti nazionali sull’idrogeno che mettono in mostra le competenze disponibili a livello nazionale e propongono piani per cluster di idrogeno.

Oltre al sostegno finanziario, il commissario ha affermato che l’UE sta lavorando su altre misure. “Sono stati proposti nuovi sistemi di certificazione a livello europeo e obiettivi per l’implementazione di stazioni di rifornimento per l’idrogeno“, ha affermato. “La direttiva sulla tassazione dell’energia stabilisce anche aliquote fiscali preferenziali per l’uso dell’ idrogeno rinnovabile e a basse emissioni di carbonio per i consumatori finali. Entro la fine dell’anno integreremo questo pacchetto con una revisione della legislazione dell’UE sui mercati del gas, che credo… rafforzerà lo slancio per la diffusione dell’idrogeno“.

Latest article