giovedì, 1 Dicembre 2022

BP costruirà H2Teeside, il piu’ grande impianto di produzione dell’ idrogeno blu nel Regno Unito

La major petrolifera ha annunciato giovedì che sta iniziando a sviluppare il più grande impianto di produzione di idrogeno blu del Regno Unito, puntando a 1 GW di produzione di idrogeno entro il 2030, equivalente a un quinto del target nazionale di produrre 5 GW di idrogeno entro la fine del decennio. H2Teesside catturerà   e invierà allo stoccaggio fino a due milioni di tonnellate di anidride carbonica (CO₂) all’anno e sarà integrato coi progetto di cattura e stoccaggio dell’anidride  carbonica (CCUS) già pianificati Net Zero Teesside (NZT) e Northern Endurance Partnership (NEP), quest’ ultimo con la  partecipazione anche di Eni.

18 marzo, 2021

La Redazione

La major petrolifera BP ha annunciato giovedì che sta iniziando a sviluppare il più grande impianto di produzione di idrogeno blu del Regno Unito, puntando a 1 GW di produzione di idrogeno entro il 2030.

Lo sviluppo proposto, H2Teesside, catturerà e invierà allo stoccaggio fino a due milioni di tonnellate di anidride carbonica (CO₂) all’anno, equivalenti a catturare le emissioni dal riscaldamento di un milione di famiglie del Regno Unito.

Con la vicinanza ai siti di stoccaggio del Mare del Nord, ai corridoi dei tubi e alle capacità operative esistenti di stoccaggio e distribuzione dell’idrogeno, l’area è in una posizione unica per H2Teesside per aiutare a condurre una trasformazione a basse emissioni di carbonio, sostenendo posti di lavoro, rigenerazione e rivitalizzazione dell’area circostante. Industrie in Teesside rappresentano oltre il 5% delle emissioni industriali del Regno Unito e la regione ospita cinque dei primi 25 emettitori del paese “, ha detto BP.

Dev Sanyal, vicepresidente esecutivo di BP per il gas e l’energia a basse emissioni di carbonio, ha dichiarato: “L’idrogeno pulito è un complemento essenziale dell’elettrificazione sulla via del ‘net zero’. L’idrogeno blu, integrato con la cattura e lo stoccaggio del carbonio, può fornire la scala e l’affidabilità necessarie all’industria può anche svolgere un ruolo essenziale nella decarbonizzazione delle industrie difficili da elettrificare e nel ridurre i costi della transizione energetica “.

H2Teesside, insieme a NZT e NEP, ha il potenziale per trasformare l’area in uno dei primi cluster a emissioni zero nel Regno Unito, sostenendo migliaia di posti di lavoro e consentendo il piano di dieci punti del Regno Unito“.

Il Ministro dell’Energia britannico Anne-Marie Trevelyan, ha dichiarato: “L’idrogeno pulito ha un enorme potenziale per aiutarci a decarbonizzare completamente in tutto il Regno Unito ed è bello vedere BP esplorare il suo pieno potenziale a Teesside“.

L’idrogeno blu viene prodotto convertendo il gas naturale in idrogeno e CO₂, che viene quindi catturato e immagazzinato in modo permanente. H2Teesside sarebbe integrato con i progetti di cattura e stoccaggio dell’anidride carbonica (CCUS) già pianificati Net Zero Teesside (NZT) e Northern Endurance Partnership (NEP) della regione, entrambi guidati da BP in qualità di operatore. Alla Northern Endurance Partnership (NEP) partecipano oltre a BP anche Eni, Equinor, National Grid, Shell e Total.

Il progetto sarebbe situato a Teesside, nel nord-est dell’Inghilterra e, con una decisione finale di investimento (FID) all’inizio del 2024, potrebbe iniziare la produzione nel 2027 o prima.

Il progetto verrebbe sviluppato in più fasi, con una capacità iniziale di 500 MW di idrogeno blu in produzione entro il 2027 o prima, e una capacità aggiuntiva da implementare entro il 2030, poiché la decarbonizzazione del cluster industriale e la domanda di idrogeno aumenteranno. BP vede il potenziale per un’ulteriore domanda di idrogeno a Teesside oltre il 2030.

BP ha affermato di aver avviato uno studio di fattibilità nel progetto per esplorare tecnologie in grado di catturare fino al 98% delle emissioni di carbonio dal processo di produzione dell’idrogeno.

Con la produzione su larga scala e a basso costo di idrogeno pulito, H2Teesside potrebbe dare un grande contributo alla conversione delle industrie circostanti per utilizzare l’idrogeno al posto del gas naturale, svolgendo un ruolo importante nella decarbonizzazione di un gruppo di industrie a Teesside, ha affermato BP.

Latest article