martedì, 29 Novembre 2022

Air Liquide investirà quasi 10 mld di $ nell’ idrogeno entro il 2035

Il gigante dei gas industriali punta a triplicare le vendite di idrogeno a 6 miliardi di euro e di realizzare 3 GW di elettrolizzatori e impianti di stoccaggio della CO2

23 marzo 2021

La Redazione

Air Liquide SA, il secondo produttore mondiale di gas industriali, prevede di investire circa 8 miliardi di euro (9,5 miliardi di dollari) in idrogeno a basse emissioni di carbonio entro il 2035 come parte di un piano per triplicare le vendite e per aiutare i clienti a ridurre le emissioni.

Mentre la produzione di idrogeno pulito con elettrolizzatori è attualmente più costosa rispetto all’utilizzo di combustibili fossili, la Francia e altre nazioni europee hanno promesso miliardi di sussidi nel prossimo decennio per ridurre i costi di produzione in linea con le politiche affinché il continente diventi carbon-neutral entro il 2050.

I sostenitori dell’idrogeno verde affermano che la mossa sarà la chiave per la decarbonizzazione dei processi industriali, come la raffinazione e la produzione di acciaio, ed è più adatta che utilizzare le batterie per alimentare autocarri pesanti, treni, barche e persino aeroplani. 

Attingendo a questi mercati, Air Liquide mira a triplicare almeno le sue entrate dall’idrogeno a oltre 6 miliardi di euro nel 2035.

La maggior parte dei produttori, se non tutti, sono preoccupati per le loro emissioni di CO2 e sono alla ricerca di soluzioni“, ha dichiarato martedì l’amministratore delegato di Air Liquide Benoit Potier durante una conferenza stampa. L’azienda taglierà le emissioni delle proprie attività di un terzo entro il 2035 e prevede di essere a impatto zero entro il 2050, ha aggiunto.

Air Liquide mira a costruire o avviare la costruzione di 3 GW di elettrolizzatori entro il 2035 per produrre l’idrogeno da acqua ed energia rinnovabile. Ha recentemente completato la costruzione del più grande elettrolizzatore a “membrana a scambio protonico” del mondo in Canada, che richiede 20 megawatt di potenza.

L’azienda investirà anche nelle catene di approvvigionamento per fornire idrogeno che può essere trasformato in elettricità pulita per il trasporto e in impianti che catturano il carbonio nei siti di produzione del carburante.

Latest article