mercoledì, 17 Agosto 2022

La ‘Renewable Hydrogen Coalition’ illustra le politiche che l’Europa dovrebbe seguire per diventare un leader globale nell’ idrogeno rinnovabile

La ‘Renewable Hydrogen Coalition’, lanciata nel novembre dello scorso anno, ha ottenuto il sostegno delle imprese più innovative e ambiziose che coprono l’intera catena del valore dell’energia. E’stata pubblicata la Carta politica della coalizione per integrare l’idrogeno rinnovabile in Europa e per collocare il continente in prima linea nella corsa globale per le soluzioni rispettose dell’ambiente.

La Carta politica della coalizione stabilisce le basi politiche cruciali per consentire l’ampliamento e la diffusione sul mercato dell’idrogeno rinnovabile prodotto tramite l’elettrolisi e l’elettricità rinnovabile.

Il Commissario EU per l’energia Kadri Simson ha reagito alla notizia: “L’idrogeno rinnovabile avrà un ruolo chiave da svolgere in un sistema energetico europeo sostenibile, efficiente e moderno. Offre una grande opportunità per l’Europa per stimolare la ripresa verde, creare posti di lavoro ed essere il leader mondiale nelle tecnologie energetiche pulite. La Commissione ha lanciato la sua ambiziosa strategia sull’idrogeno lo scorso anno e sono molto lieta di vedere il settore privato agire. Dobbiamo potenziare tutti i collegamenti nella catena del valore dell’idrogeno europea e questo è esattamente ciò che la Coalizione dell’idrogeno rinnovabile si è prefissa di fare con la carta pubblicata oggi “.

L’Europa si è impegnata a decarbonizzare il proprio sistema energetico. L’elettricità rinnovabile si prenderà cura di gran parte di questo. Ma alcuni settori non possono essere elettrificati. Per loro l’idrogeno rinnovabile è l’anello mancante. Il vento è già il 16% dell’elettricità europea. Ma l’Europa avrà bisogno di molti più parchi eolici per soddisfare la domanda di elettricità rinnovabile per realizzare le sue aspirazioni di essere un leader globale nella tecnologia e nelle soluzioni dell’idrogeno rinnovabile “, ha affermato Giles Dickson, CEO di WindEurope.

Walburga Hemetsberger, CEO di SolarPower Europe, ha proseguito: “Il raggiungimento degli obiettivi del Green Deal europeo richiederà un significativo aumento delle installazioni rinnovabili in tutto il continente. Essendo la tecnologia energetica più conveniente della storia, il solare è pronto a contribuire a questa coraggiosa impresa. Tuttavia, il raggiungimento della piena decarbonizzazione dell’Europa richiede l’idrogeno rinnovabile per integrare l’elettrificazione diretta. Per sostenere l’idrogeno basato su fonti rinnovabili ad alta intensità di lavoro, dobbiamo vedere reti elettriche dell’UE più forti e procedure di autorizzazione standardizzate. Ciò consentirà all’Europa di mantenere il titolo di leader mondiale in questa tecnologia a prova di futuro “.

Ann Mettler, Vicepresidente per l’Europa della Breakthrough Energy, ha aggiunto: “Accettando questa carta politica, i sostenitori della Coalizione dell’idrogeno rinnovabile hanno dimostrato di essere una forza da non sottovalutare. Portano una nuova voce imprenditoriale ai dibattiti politici nell’Unione europea in un momento in cui il potenziale dell’idrogeno rinnovabile per soddisfare le audaci ambizioni climatiche del blocco diventa ogni giorno più chiaro. Ora è tempo che i responsabili politici dell’UE collaborino con la Coalizione per aiutare lo sviluppo accelerato e l’ampliamento di un’industria innovativa ea prova di futuro che si trova a un punto di svolta cruciale. Ciò può aiutare a promuovere la ripresa, ridurre le emissioni di carbonio e mettere le persone al lavoro “.

La Renewable Hydrogen Coalition invita tutte le imprese innovative e ambiziose che la pensano allo stesso modo, dai fornitori di energia e tecnologia, alle startup, agli imprenditori ai soggetti interessati ai settori di utilizzo finale, impegnati a raggiungere la neutralità climatica entro il 2050, a dare una mano alla Coalizione per costruire l’industria europea dell’idrogeno rinnovabile.

Latest article